Segretario                                 logo                                 Folco

Home     Redazione     Msoi Torino     Archivio



America Latina: 7 giorni in 300 parole

ARGENTINA

5 novembre. Il deputato Alfredo Olmedo, omofobo, di estrema destra, dichiaratosi fedelissimo alla Chiesa evangelica e accusato di sfruttamento del lavoro e di schiavismo, ha stupito i giornali affermando che “l’errore di Videla con i desaparecidos fu di lasciarli senza nome”. Non si tratterebbe della prima dichiarazione di questo tenore. Dalla candidatura di Bolsonaro, il suo obiettivo si è concentrato nel guadagnarsi una fortuna politica diventando l’omologo argentino del leader brasiliano.

5 novembre. La giustizia spagnola ha rifiutato, a causa della prescrizione, di consegnare all’Argentina Jean Bernard Lasnaud, accusato di contrabbando di armi. Indagato, inoltre, per aver venduto armi argentine in Croazia negli anni ’90, nonostante il divieto imposto a causa del conflitto nell’ex Jugoslavia.

BRASILE

2 novembre. Il vicepresidente del Brasile, Hamilton Mourao, si è scagliato contro “l’anti-americanismo infantile”, proponendo, inoltre, di stringere una “relazione strategica e non solo commerciale”, tra i due Paesi americani, soprattutto in materia di difesa. Infatti, una delle prime conversazioni telefoniche del neoeletto Jair Bolsonaro si è svolta con il presidente Trump, con il quale avrebbe discusso di difesa militare.

5 novembre. Il movimento evangelico, il cui appoggio è stato decisivo per la vittoria del presidente eletto Jair Bolsonaro, ha chiesto l’istituzione di un Ministero della Famiglia e di una serie di riforme che preoccupano la comunità LGBT+. Anche per tale ragione, molte coppie omosessuali stanno cercando di anticipare la data del proprio matrimonio per il timore che possa entrare in vigore una riforma in materia.

COLOMBIA

7 novembre. Il governo colombiano ha denunciato una violazione territoriale da parte della Guardia Nazionale del Venezuela consegnando a Caracas una nota di protesta in quanto “violata la sovranità colombiana”. I fatti sono accaduti il 1 novembre in una zona rurale nel Nord-Est del Paese.

PARAGUAY

4 novembre. Il presidente del Paraguay Mario Abdo Benítez si è recato, per la prima volta, in visita ufficiale in Europa, dove è arrivato per un incontro a Roma con Sergio Mattarella e per un soggiorno di 2 giorni in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *