Segretario                                 logo                                 Folco

Home     Redazione     Msoi Torino     Archivio



Nord America: 7 giorni in 300 parole

STATI UNITI

8 dicembre. Donald Trump ha annunciato le dimissioni di John Kelly, capo di gabinetto della Casa Bianca. Kelly ricoprirà il proprio ruolo fino alla fine dell’anno. Il nome del futuro sostituto non è stato, tuttavia, ancora reso noto.

9 dicembre. Terry Branstad, ambasciatore statunitense in Cina, è stato convocato dal Ministero degli Esteri cinese in seguito all’arresto, avvenuto in Canada, della direttrice finanziaria di Huawei, Meng Wanzhou, Lo scopo di Pechino sarebbe quello di ottenere il ritiro della richiesta di estradizione avanzata dagli Stati Uniti, intenzionati a processarla per frode.

10 dicembre. Il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, e il primo ministro del Senegal, Mahammed Dionne, hanno celebrato, presso il Dipartimento di Stato, l’accordo di cooperazione energetica da 550 milioni di dollari (USD) siglato tra la Millenium Challenge Corporation (MCC) e il governo senegalese. “Modernizzare e rafforzare il settore energetico del Paese africano”, sarebbe, infatti, lo scopo dell’intesa.

11 dicembre. Duro scontro tra Donald Trump e i leader democratici, Nancy Pelosi e Charles Schumer, in occasione di una conferenza stampa svoltasi nello Studio Ovale della Casa Bianca. Il Presidente ha minacciato uno “shutdown”, qualora il Congresso non dovesse fornire i finanziamenti richiesti per la costruzione della barriera al confine con il Messico.

12 dicembre. Micheal Choen, ex avvocato di Donald Trump, è stato condannato a 3 anni di reclusione per “uso illecito dei fondi elettorali”.

CANADA

9 dicembre. La Cina avrebbe accusato il Canada di violazione del protocollo consolare, operante tra i due Paesi, in occasione dell’arresto di Meng Wanzhou, CFO di Huawei. Secondo quanto affermato dal portavoce del Ministero degli Esteri cinese, “l’avviso dell’arresto non sarebbe stato tempestivamente notificato all’ambasciata di Pechino”.

10 dicembre. Il Canada si è impegnato ad accogliere 1 milioni di migranti nei prossimi 3 anni. Le dichiarazioni sono giunte in occasione della firma canadese del Global Compact for Safe, Orderly and Regular Migration.

11 dicembre. Concessa la libertà su cauzione a Meng Wanzhou, con l’obbligo di non lasciare Vancouver e di consegnare il proprio passaporto alle autorità canadesi. La cauzione è stata fissata a 7,5 milioni di dollari (USD).

13 dicembre. Arrestato in Cina l’ex diplomatico canadese e attualmente impegnato presso l’International Crisis Group, Michael Kovrig. Un secondo arresto sarebbe, inoltre, avvenuto ai danni di Michael Sparov, imprenditore canadese. Entrambi sarebbero accusati di minaccia alla sicurezza nazionale cinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *