Segretario                                 logo                                 Folco

Home     Redazione     Msoi Torino     Archivio



Nord America: 7 giorni in 300 parole

STATI UNITI

16 novembre. Il Dipartimento di Stato americano ha dichiarato “di essere fiducioso sul rispetto degli impegni presi dal leader nordcoreano in merito al processo di denuclearizzazione”. Le affermazioni giungono in seguito alla divulgazione delle informazioni concernenti le più recenti attività di Kim Jong-un, impegnato nella supervisione di una nuova armaad alta tecnologia”.

17 novembre. Duro scontro, avvenuto a margine del vertice APEC, tra il presidente cinese Xi Jinping, scagliatosi contro la politica commerciale attuata da Donald Trump, e il Vicepresidente degli Stati Uniti: “la linea non verrà cambiata se la Cina non modificherà il proprio atteggiamento”, ha dichiarato Mike Pence.

19 novembre. Donald Trump è tornato a parlare del caso Khashoggi. Dinnanzi al possibile e diretto coinvolgimento del principe saudita Mohammed bin Salman, il Presidente ha dichiarato che “gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita rimarranno alleati”. Alla base della dichiarazione, vi sarebbe la “tutala degli interessi del Paese”.

20 novembre. Il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, ha incontrato a Washington Mevlut Cavusoglu, ministro degli Esteri turco. Tra le tematiche affrontate vi sono state l’omicidio del giornalista saudita Khashoggi e le possibili soluzioni al conflitto in Siria.

21 novembre. Si è fissato ad almeno 83 morti il bilancio delle vittime che hanno perso la vita a causa degli imponenti incendi ancora in corso in California. I dispersi sarebbero, invece, oltre 500.  “La distruzione è catastrofica”, ha dichiarato il presidente Donald Trump.

22 novembre. Il capo di Gabinetto della Casa Bianca, John Kelly, avrebbe firmato un provvedimento che autorizzerebbeall’uso della forza” i militari inviati al confine con il Messico per fronteggiare l’arrivo dell’ondata migratoria. La decisione sarebbe “ragionevole e necessaria per garantire la protezione degli agenti inviati al confine”, ha dichiarato John Kelly.

CANADA

18 novembre. Si è concluso l’itinerario in Papua Nuova Guinea del primo ministro Justin Trudeau, impegnato in 2 giornate di meeting con diversi rappresentanti dello scenario politico internazionale, presenti sul territorio in occasione del summit APEC.

21 novembre. Il premier Trudeau ha annunciato che l’imminente First Ministers’ Meeting (FMM) avrà luogo nella città di Montreal il prossimo 7 dicembre. In tale occasione “si discuterà dell’Accordo siglato tra Stati Uniti, Messico e Canada e sui metodi utili a diversificare il commercio internazionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *